Migrazione a LibreOffice

Cosa significa migrare a Open Office o Libre Office?

Significa gestire il proprio patrimonio di documenti in formato XML aperto (Open Document Format), approvato come formato standard universale ISO/IEC 26300. Significa possedere il software con una licenza Open Source (LGPL) e quindi avere la flessibilità di estendere lo strumento di lavoro e di adattarlo alle proprie necessità. Significa avere la possibilità di annullare i costi di licenza e di decidere come ridistribuire le risorse liberate.

Anni di esperienza hanno reso consapevole YACME del fatto che la migrazione non è principalmente un problema tecnico, ma soprattutto umano ed organizzativo perché impatta direttamente il modo di lavorare degli utenti. Ignorare questi fattori significa introdurre una grossa componente di rischio per la migrazione stessa.

Per questa ragione YACME ha sviluppato negli anni una metodologia che consente di approcciare la migrazione in ogni suo aspetto, ponendo l'utente davanti a tutto. Tale approccio si focalizza sull'abbattimento delle barriere per l'accettazione del nuovo strumento, mantenendo allo stesso tempo il controllo tecnico ed economico di tutte le fasi del processo.

 

Cambiare per cambiare?

Cambiare uno strumento di produzione, come lo è una suite di office automation, richiede l'adozione di strategie di gestione del cambiamento. Solo adottando tali strategie si può auspicare che gli utenti accettino il cambiamento e che la migrazione abbia successo.

 

La metodologia Yacme

La metodologia che YACME utilizza all'interno dei progetti di migrazione a OpenOffice.org è centrata su quattro fasi:

  • Analisi: ha l'obiettivo di ricavare tutte le informazioni tecniche ed organizzative necessarie per valutare l'impatto che la migrazione avrebbe sulla struttura. Vengono analizzate l'infrastruttura, le applicazioni, i documenti ed il modo di lavorare degli utenti affinché possano essere ricavate tutte le criticità associate.

  • Pilota: Viene migrato un gruppo selezionato di utenti per verificare la fattibilità tecnica della migrazione e ricavare i dati relativi all'investimento necessario ed alla valutazione del rischio.

  • Progetto esecutivo: vengono identificate, dimensionate e pianificate in modo puntuale tutte le attività necessarie alla migrazione in modo da garantire il controllo durante la fase di transizione, compresa la gestione del rischio.

  • Transizione: è la fase vera e propria di passaggio a OpenOffice.org. Viene effettuato sotto stretto monitoraggio del clima aziendale in modo da garantire il pieno controllo e la pronta reazione a eventuali problemi inattesi.

 

 

Scheda Migrazione